Home > Reviews index > Review: Salambò by Gustave Flaubert

"Salambò" by Gustave Flaubert
Title:Salambò
Original title:Salammbô
Author:Gustave Flaubert
Publisher:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Year:1862
Pages:276
Language:Italian
Original language:French
Genre:Novel
Topic:Ricostruzione storica
DRM:
Review by:Christian Michelini
Audioreview:Salambò_no-ru.opus, 241277 bytes
:

2500 views

L'autore
Gustave Flaubert was born in France, in Rouen, on 1821. He died in Croisset, on 1880.

The main areas of his work are: realismo.

Il mito di Cartagine rivisitato dal grande narratore francese Gustave Flaubert.

Salambò è un'opera vastissima per contenuti e ricostruzione storica. Vengono riproposte le gesta dei Cartaginesi contro i barbari mercenari che cercarono di conquistare e sottomettere la città al loro volere.
Un lavoro immenso, quello svolto da Gustave Flaubert, che ha consultato centinaia di volumi e ha viaggiato a lungo per vedere i luoghi dove vengono ambientate le vicende.
La critica contemporanea al romanzo l'ha letto soprattutto in chiave di ricostruzione storica, ma i meriti del romanzo vanno al di là, e sono intimamente connessi con l'esperienza vitale dell'autore. Un mondo cruento, quello che ci viene presentato, a volte grottescamente crudele, ma essenzialmente scaturito dall'esperienza dell'autore, da un sense of wonder che Gustave Flaubert vuole imprimere nel lettore, da un gusto del macabro e della perversione che vuole essere un monito, ma soprattutto cerca di risvegliare la coscienza di una borghesia, quella di metà Ottocento, annoiata e intorpidita.
Ma una lettura più moderna, mi pare possa trovare altri meriti nell'opera, che vadano oltre la sapiente costruzione sintattica, la copiosità dell'aggettivazione, la terminologia fedele e sterminata con cui vengono designati luoghi, dei, personaggi, oggetti, vegetazioni. In questa narrazione epica possiamo trovare anche l'animalesco, la lordura umana; la superstizione che assurge al ruolo di ispiratore delle menti, recando dolore e sofferenze; la crudeltà ferina che l'uomo dimostra su ogni forma di vita, soprattutto su se stesso. Anche trovando una certa artificiosità che presenta il costrutto storico alle fondamenta del romanzo, le situazioni narrate non possono non turbare quanti credono in una certa perfettibilità infinita dello spirito umano, dando adito a inquietanti distopie, già concretizzatesi ampiamente fino ai tempi a noi più vicini e moderni.
In questo grande affresco, dalle doti spiccatamente cinematografiche, in particolare per l'uso degli avverbi, delle congiunzioni temporali e spaziali, della consecutio delle preposizioni e dei tempi, ecco che ci vengono presentati i personaggi. Ma questi sono figure spesso funzionali, a volte quasi affettate e perfettamente calzate nei loro abiti di scena. Se si vuole trovare una mancanza del romanzo, è proprio l'assenza di una certa indagine psicologica nelle motivazioni dei protagonisti, nei loro pensieri: in un rifluire di ondate di attacchi e battaglie, di forze opposte e scontri infausti, il moto corale delle genti che popolano l'opera valgono più delle esperienze dei singoli.

Report
Fluency:8
Artistic value:9
Contents:9
Global:9

recommended for

Questo romanzo è stato profondamente ammirato nella letteratura mondiale: a partire da Charles Baudelaire, fino a Marcel Proust e alla critica moderna. È veramente un'opera immensa, per valore, speranze anelate, promesse non mantenute, aspirazioni concretizzate. Gli appassionati di grandi romanzi storici, di narrativa epica, troveranno in quest'opera un lavoro estremamente ponderato e assai meritorio. Tutti gli amanti di eccellente letteratura possono trovare in questo libro un valido rappresentante della tradizione letteraria francese, e potranno dedicarsi alla lettura senza apprensioni, a patto di tollerare la violenza e la carica coercitiva insita nell'opera.

Incipit of Salambò by Gustave Flaubert:

Era a Megara, sobborgo di Cartagine, nei giardini di Amilcare.
i soldati ch'egli aveva comandato in Sicilia si concedevano un grande banchetto per celebrare l'anniversario della battaglia d'Erice(1): e siccome il padron di casa era assente ed essi si vedevano in tanti, mangiavano e bevevano in tutta libertà.
1.Erice, monte e città omonima nell'angolo N.O. della Sicilia; con un celebre tempio di Venere (Venere Ericina) ora, monte San Giuliano.


[...]
Characters and concepts created by Gustave Flaubert:
Rodolphe Boulanger (Personaggio, from book Madame Bovary)
Bouvard (Personaggio, from book Bouvard e Pécuchet)
Charles Bovary (Personaggio, from book Madame Bovary)
Léon Dupuis (Personaggio, from book Madame Bovary)
Madame Bovary (Personaggio, from book Madame Bovary)
Pécuchet (Personaggio, from book Bouvard e Pécuchet)
Audiobooks by:Gustave Flaubert
Madame Bovary
Romanzo
Audiolibro del celebre romanzo "Madame Bovary" di Gustave Flaubert.
Books by Gustave Flaubert:
Bouvard e Pécuchet (Bouvard et Pécuchet) (1881)
Bouvard e Pécuchet
Dizionario dei luoghi comuni
Dizionario dei Luoghi Comuni - Catalogo delle Idee Chic (Le Dictionnaire des idées reçues) (1911)
Dizionario delle idee correnti
L'educazione sentimentale (L’Éducation sentimentale, histoire d’un jeune homme) (1869)
L'Educazione Sentimentale
La tentazione di sant'Antonio (La tentation de saint Antoine) (1874)
Madame Bovary (1855)
Madame Bovary (1855)
Madame Bovary
Memorie di un pazzo
Salambò (Salammbô) (1862)
Salammbô
Tre racconti (Un cuore semplice, La leggenda di San Giuliano Ospitaliere, Erodiade) (Trois contes (Un cœur simple, La Légende de Saint Julien l'Hospitalier, Hérodias)) (1877)
Quotes by Gustave Flaubert:
Per certi uomini l'azione è tanto più im...
Iside: “Anubi, custode delle ombre, non...
Visto che non possiamo tirar giù il sole...
L'arte, in certe circostanze, scuote gli...
L'artista deve fare in modo che la poste...
Non c'è nulla di così umiliante come ved...
Non bisogna toccare gli idoli, la doratu...
"Ci risiamo sempre i doveri. Parole del...
VOLTAIRE....
«Io ho una religione» rispose il farmaci...

Write a comment







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!